venerdì 29 luglio 2011

RESPONSABILITA' VERSO LO STATO... dal processo breve alle nostre tasche


Lo stato totalitario ha un certo stile.
Il padrone, variamente inteso, sia esso il dittatore di turno o il monarca assoluto fa quello che meglio crede senza aver nessuna controparte popolare.
Lo stato totalitario ha una sua liturgia, fatta di parate, generali con mostrine tirate a lucido, officianti e folle oceaniche stile Norimberga.
La piccola nazione in cui viviamo, lungi dall’essere uno stato totalitario con un certo stile, è semplicemente una Repubblichetta delle Banane con a capo una cricca di buontemponi avanti negli anni che giocano con le nostre vite più o meno consapevolmente.
Il caso del “Processo Lungo”, giunto a coronamento di una settimana di notizie tra l’allucinante e il ridicolo perse nella canicola estiva, è la sintesi definitiva di questo stato di cose, il sintomo dell’impunità totale, la manifestazione di uno scollamento totale e irreparabile tra i governanti e i governati.

Sintetizziamo per i non ancora edotti le fantastiche migliorie al processo penale che questa legge, passata oggi al senato con 160 sì, apporterà agli unici processi importanti per i signori senatori della Repubblica (quelli di Berlusconi).

1) Ammesso un numero illimitato di testimoni anche nel processo di primo grado, che significa? Facciamo due esempi, in qualunque processo per un qualunque reato, facciamo il caso di un dirigente d’azienda che stupra la segretaria, questo significa che il dirigente potrebbe chiamare a deporre anche tutti i dipendenti della fabbrica presenti e non presenti durate il fatto delittuoso, anche solo per testimoniare sul buon nome del dirigente medesimo, senza che nessuno possa fermare questo diluvio… ci si metterebbero anni. Nel caso di Berlusconi si potrebbe fare testimoniare un numero infinito di testi per il numero infinito di processi che il Signore ha in corso e quindi facilitare la prescrizione.
2) Il giudice non avrà più facoltà di escludere le prove che giudica irrilevanti. Nel caso di Berlusconi, dove gli illeciti sono di natura perlopiù amministrativa significa che gli avvocati potrebbero richiedere di inserire tra le prove due camion a rimorchio di bilanci aziendali e i PM dovrebbero stare a vagliare tutto il materiale fornito (altri mesi di tempo buttato)
3) Esclusione delle sentenze passate in giudicato. Questa è la beffa più clamorosa e non ha nemmeno senso dal punto di vista giuridico. La giurisprudenza si basa, di fatto, sulla storicità delle fonti. E nel caso di Berlusconi moltissimi processi sono frutto dello scorporamento della posizione del Premier da quella degli altri imputati (vedi Caso Mills)… questa legge serve solo a fare riprendere nuovamente tutto il materiale e farlo rivalutare ad ogni processo… una mole di lavoro impossibile, soprattutto giudicando l’organico ridotto all’osso dei tribunali italiani.

Sono perplesso… soprattutto perché negli ultimi tempi ho parlato parecchio sia con i cosiddetti Moderati sia con i cosiddetti Leghisti incazzati e c’è qualcosa che non mi torna.
Per esempio, come mai molti che fino a poco tempo fa dicevano che il Padrone del Vapore (leggi B.) era un perseguitato adesso cominciano a parlare con imbarazzo della cosa ma nessuno chiede di mandarlo via a cali nel culo? Perché per la destra questa gentaglia è una sorta di icona da difendere e non semplicemente un’ accozzaglia di mariuoli e mezzi truffatori in età pensionabile?
La bellissima finanziaria che alcuni geni dell’opposizione hanno fatto passare senza nemmeno un gridolino di protesta per senso di responsablità, lasciando fuori a protestare giusto Rifondazione Comunista e i Grillini, questa bella finanziaria ci ha caricato sulle spalle qualunque tipo di aumento, paghiamo pure sulle visite specialistiche e se vi venisse in mente di fare un bambino occhio alle tariffe degli asili…
Anche i Moderati pagano, anche quelli che hanno subito la fascinazione del cavalier B. si trovano più o meno con le chiappe al vento…
Il loro leader non ha aspettato nemmeno che passasse il temporale per farsi un bel regalone, il processo lungo… ma come? Ho chiesto al moderato di turno, ma l’imperativo categorico non era quello breve…
E poi la responsabilità va a senso unico? Io devo essere responsabile a pagare per i maneggi delle banche e il capo dei ladri va difeso se si fa la leggina per non essere giudicato?

Secondo dato d’imbarazzo… la Lega.
Ieri votavano per l’arresto di Papa e oggi gli hanno fatto un salvacondotto?
Bella coerenza… il leghista della base, quello che vota un partito incazzato ma onesto che dice?
Ho sentito parecchi imbarazzi tra i senatori cammellati Leghisti, non so come dar loro torto. Perché non vanno adesso a fare due chiacchiere con i loro elettori a Pontida?

LA realtà è sempre la stessa e mi sono stufato di scriverla.
Questo non è un governo, questi non sono governanti e non esiste alcuna opposizione in parlamento in grado di fermarli per il semplice motivo che non è un’opposizione, pare dagli stessi principi e si pone gli stessi obiettivi economici.
Non ha senso nella situazione in cui siamo continuare a prenderci in giro.
La soluzione non ce l’ho, per il semplice motivo che non vedo la possibilità di un cambiamento immediato delle stato di cose. Sono i paradigmi sociali a essere minati alla base e non se ne esce.

Forse la soluzione è una rivoluzione di pensiero e di azione, ma per farla come sempre ci vuole un coraggio che l’Italia ha perso, se mai l’ha avuto.